Ciclogenesi mediterranea, forti piogge

0

Posted by ecoblog | Posted in Senza categoria | Posted on 12-11-2017

Aria fredda sta scendendo dal mare del nord verso il mediterraneo centrale, e pur trovando una efficace barriera nella catena alpina, riuscirà in parte ad aggirarla sfociando prima dalla valle del Rodano e poi dalla porta della Bora. Sull’Italia dunque avremo un calo delle temperature, ma di moderata entità. Temperature che quindi si attesteranno appena un paio di gradi sotto le medie del periodo. Si andrà però a formare un profondo minimo di pressione, che nelle ore centrali di domani sarà sul medio adriatico, raggiungendo valori notevoli (993 Hpa). A seguire tale minimo traslerà sul basso tirreno stazionandovi per circa due giorni, richiamando intense correnti da est-sudest sulla nostra regione. Passiamo dunque alla previsione per i prossimi 4 giorni:

Lunedi: tempo inizialmente buono, aumento della nuvolosità nel pomeriggio-sera con possibilità dei primi rovesci

Martedi e Mercoledi: maltempo con pioggia anche intensa e diffusa, con carattere di persistenza. Possibili accumuli compresi fra gli 80 mm delle aree costiere ai 150 mm dei versanti appenninici orientali. Quota neve iniziale intorno ai 1000 metri in progressiva risalita a quota 1400 metri. Possibili allagamenti e frane, oltre che ingrossamento dei corsi d’acqua

Giovedi: ultime precipitazioni possibili in mattinata, poi graduale miglioramento e risalita delle temperature fino ai valori medi del periodo

Un ultimo accenno alla situazione dei mari: l’Adriatico soprattutto martedi e mercoledi per effetto dei forti venti orientali risulterà molto mosso. Le raffiche di bora prima e scirocco poi potrebbero raggiungere i 100 Km/h nelle zone più esposte. Insomma una fase di maltempo tipicamente tardo-autunnale ma assolutamente non invernale come molti mezzi di comunicazione vorrebbero far credere. Prossimo articolo giovedi, buona serata a tutti 🙂

Scrivi un commento

Antispam *